Il palcoscenico

LA DANZA CLASSICA

Gli allievi della scuola possono frequentare le lezioni di danza classica, due o tre volte la settimana.

GLI ALLIEVI DI DANZA MODERNA HANNO L'OBBLIGO DI FREQUENZA AD UNA SOLA LEZIONE LA SETTIMANA DI DANZA CLASSICA,  per potenziare la tecnica.

le lezioni seguono il programma ISDT (Imperial Society of teacher of dancing di Londra) e sono divise in gradi:

- Primary: avviamento alla danza classica a partire dai sei anni

- Dal 1° fino al 6° grado per i livelli non professionali

- Intemediate, Advanced 1 e Advanced 2 per i Major.

I syllabus, quasi del tutto liberi (tranne che per i livelli professionali), prevedono delle lezioni in cui gli allievi possano affrontare, anno dopo anno, le difficoltà previste per la loro età e il loro livello di preparazione.

A metà, o alla fine dell'anno, essi possono sostenere un esame con un esaminatore esterno (inviato direttamente dalla sede centrale di Londra) che attesti il livello di preparazione e competenze raggiunti.

Le lezioni prevedono anche molti elementi liberi di Tecnica Russa e Vaganova, in quanto si ritiene che l'allievo debba essere il più flessibile possibile verso altre tecniche e stili.
LA DANZA JAZZ, MODERNA E CONTEMPORANEA

Impartire un solo stile di danza ad un allievo, significa precluderli molte possibilità ed è per questo che lo stile insegnato non è solo modern e contemporary.

DAI 2 AI 4 ANNI
Danza creativa (si veda l'apposito paragrafo dedicato)

METODO ISTD MODERN THEATRE
Dai 5 anni di età Il metodo seguito è quello dell'ISTD modern Theatre, con syllabus ben precisi ed esercizi e musiche creati apposta per il livello e per l'età, nel rispetto del fisico del ballerino e della sue potenzialità.

MODERN DANCE
Elementi di danza moderna vengono introdotti a partire dai nove anni circa: le cadute, i trasferimenti di peso, i bounces e altre tecniche di respirazione legate al movimento fluido e continuo.

CONTEMPORARY DANCE
Durante il periodo adolescenziale e comunque non dopo i primi anni di danza, vengono introdotte anche alcune tecniche di danza contemporanea non tradizionale (vedi metodo Cunningham o tecnica Horton).

JAZZ DANCE
In tutti i livelli di danza, soprattutto quelli più bassi, il jazz resta alla base delle lezioni legate alla velocità e alla musicalità.
Alcuni esercizi vengono mantenuti anche nei corsi superiori per rilassare e dare la possibilità di esprimersi anche in altro stile.



LA DANZA CREATIVA

Giocare, stare insieme, usare la musica, manipolare oggetti, creare percorsi, inventarsi storie, cantare, imparare a coordinarsi nello spazio, ridere e correre.....

Questo in poche parole.
Ma la danza creativa è un modo per arrivare in modo ludico al rigore e all'amore per la danza, qualunque essa sia.

L'educazione all'ascolto è la prima tappa.
La percezione degli altri è la seconda tappa.
Il senso dello spazio intorno a sè è la terza tappa.
Saper ascoltare e saper interagire con i propri compagni e con la maestra è la fine di un percorso lungo e faticoso, ma per fortuna, divertente!!!

Non esiste un programma scritto.
Si conoscono gli obiettivi e si ascolta il bambino.

A due, tre o quattro anni, i bambini hanno voglia di imparare in modo divertente e la danza creativa da loro questa rara possibilità.